Situato nel cuore  delle Marche, fra i 130 ed i 306 metri d’altitudine, c’è un luogo dove è ancora possibile godere di un ambiente accogliente ed armonioso: la riserva naturale Abbadia di Fiastra.

Qui, dove i monaci cistercensi hanno sempre seguito la regola de “Ora et Labora” nel corso della storia, troviamo un  territorio suddivisibile in tre zone di forte interesse:

  • La Riserva Naturale Orientata che comprende la Selva dove la gestione cura una ricerca del recupero degli assetti naturali più possibili originari ed è presente un sito SIC protetto ai sensi della direttiva dell’Unione Europea “Habitat”;
  • La Riserva Antropologica dove vi sono numerosi patrimoni storici dell’uomo quali Palazzo Giustiniani-Bandini, e l’Abbazia Cistercense del XII secolo;
  • L’ Area di Protezione in cui rientra la restante area della “Fondazione Giustiniani-Bandini” che viene trattata come area contigua per il mantenimento dei rapporti di equilibrio con l’area protteta.

 

 

riserva naturale abbadia di fiastra

Riserva Naturale Abbadia di Fiastra

Costituita attraverso una convenzione fra la “Fondazione Giustiniani-Bandini” (Ente Morale riconosciuto con D.P.R. del 6 luglio 1974) e la regione Marche il 18 giugno 1984, la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra viene riconosciuta come tale dallo Stato Italiano il 10 dicembre del 1985, rappresentando un’opportunità unica per chi la visita, in modo abituale e non, di partecipare alla vita religiosa e di immergersi in una suggestiva atmosfera di spiritualità.

La Riserva Naturale Abbadia di Fiastra, inoltre, mette a disposizione dei suoi visitatori, oltre ad ampi e accoglienti spazi verdi, numerose strutture: l’ufficio Informazioni dove è possibile anche prenotare le visite guidate alla Riserva e all’Abbazia, il Centro Visite, il Museo della Civiltà Contadina, il Museo Archeologico ed il Museo del Vino.

Sono anche disponibili un’area pic-nic, un camper service, sentieri natura, percorsi ippici e ciclistici, un sentiero sensoriale per disabili, ampi parcheggi, servizi igienici, bar, pizzerie, ristoranti e molto altro ancora.

Così oggi, come un tempo, in un territorio che va da quello di fondovalle tra i letti dei fiumi Fiastra, Chienti e del torrente Entogge, fino alla dolce collina marchigiana, la riserva naturale Abbadia di Fiastra  rappresenta un esempio di perfetto equilibrio fra l’uomo e la natura, con il suo paesaggio che passa dal bosco alla campagna marchigiana, fino a quello della selva vero e proprio.

La riserva naturale Abbadia di Fiastra è un bene che va quindi vissuto, ma anche salvaguardato e gelosamente custodito, quale retaggio da tramandare alle future generazioni.

By |2015-03-11T12:38:49+00:00Marzo 11th, 2015|Itinerari Turistici|
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Impostazioni Accetto

Privacy Control

AGGIORNA / MODIFICA IL CONSENSO SUI COOKIE