Il comune di Tolentino

 

Tolentino è una vivace cittadina della provincia di Macerata, distesa sulla riva sinistra del fiume Chienti e collocata a metà tra la montagna e il mare. Dal punto di vista storico il comune fu città romana del Piceno senza diventare mai, però, centro di grande importanza a causa della sua posizione che, all’epoca, si trovava vicino ad una via di comunicazione di secondaria importanza. Il comune di Tolentino viene ricordato dal 1099 e da allora crebbe in potenza, incorporando numerosi castelli vicini tanto che, nel 1253, vi risiedeva il rettore della Marca. Nel 1434 Eugenio IV la dichiarò soggetta direttamente alla Chiesa e la diede in signoria, l’anno dopo, a Francesco Sforza. Da allora fino al 1445, nella città si alternarono senza interruzioni i signori di Milano e la Chiesa; fu un periodo difficile segnato da ribellioni sanguinose, demolizioni e ricostruzioni. In seguito tornò a far parte dello Stato Pontificio fino alla conquista francese del 1797 che costrinse Pio V a firmare il famoso Trattato di Tolentino. Nel 1815 si combatté nelle vicinanze della città la battaglia di Tolentino, tra Gioacchino Murat e l’esercito austriaco, da cui Murat uscì sconfitto, e Tolentino tornò territorio pontificio fino all’Unificazione d’Italia del 1861.

Tolentino oggi

In epoca più moderna la città è divenuta una zona industriale molto produttiva, soprattutto nel settore della lavorazione del cuoio, della pelle e della carta con marchi famosi a livello internazionale come Poltrona Frau e Nazareno Gabrielli. Entrando nell’abitato si incontra il Duomo di S. Catervo, patrono della città, costruito nell’VIII secolo, con un bel campanile romanico che originariamente fungeva da torre di segnalazione. Camminando a sinistra della Chiesa ci si ritrova su Corso Garibaldi, la via principale che conduce in Piazza della Libertà, centro di Tolentino. L’edificio più importante da vedere nel paese è, senz’altro, la Basilica di San Nicola da Tolentino, uno dei più importanti e frequentati santuari dell’Italia centrale, risalente al XIII secolo (ed ampiamente rifatto nel XVI), decorato internamente con meravigliosi affreschi trecenteschi di scuola riminese di eccezionale valore artistico. Da visitare ci sono anche, tra gli altri,  il Museo Napoleonico ed il Museo Civico, la Biblioteca Filelfica e Palazzo Sangallo. Tolentino possedeva anche un teatro storico, Teatro Vaccaj, distrutto da un incendio nel 2008, sede della prestigiosa Compagnia della Rancia ed intitolato al musicista e compositore tolentinate Nicola Vaccaj. Attualmente la cittadina è anche sede del Museo della Caricatura e dell’Umorismo, dove si svolge la Biennale dell’Umorismo nell’Arte, manifestazione internazionale a cui partecipano artisti e vignettisti satirici da tutto il mondo. Senza dubbio, una gita a Tolentino non vi annoierà!

By |2015-04-22T10:32:00+00:00Aprile 22nd, 2015|Itinerari Turistici|
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Impostazioni Accetto

Privacy Control

AGGIORNA / MODIFICA IL CONSENSO SUI COOKIE