Scoprire e visitare Grottammare

 

Grottammare è un comune delle Marche in provincia di Ascoli Piceno di circa 16.000 abitanti, situato a nord della foce del fiume Tesino. Il paese, confinante con San Benedetto del Tronto, è una frequentata stazione balneare adagiata ai piedi di un’altura, dalla quale domina tutto il borgo medievale.

Grottammare, centro storico

Grottammare, centro storico

Grottammare è molto ricca dal punto di vista monumentale e adattissima per un giro turistico culturale. Vi consigliamo di visitare, tra le numerose chiese, quella romanica di S. Martino, che custodisce anche un’epigrafe a ricordo dei lavori di restauro effettuati dall’imperatore Adriano al tempio della Dea Cupra, la chiesa di S. Lucia fatta erigere da Camilla Peretti, sorella di papa Sisto V, per commemorare il fratello ed il Castello del IX-XIII secolo. Ad arricchire la cittadina ci sono anche palazzi settecenteschi ed il Teatro dell’Arancio, uno dei 73 teatri storici presenti nelle Marche.

Tra gli eventi tradizionali di Grottammare vi ricordiamo la Sagra Giubilare il 1° luglio (solo se domenica), evento religioso e rievocazione storica concessa da papa Alessandro III, la Festa di Sant’Aureliano martire la prima domenica dopo Pasqua e la Fiera di S. Martino, l’11 novembre, quando l’intera città viene invasa da venditori ambulanti che vendono mercanzia di ogni tipo e molto celebre anche al di fuori del territorio piceno, grazie anche alla bizzarra “corsa dei cornuti”, le cui origini rimangono tutt’ora oscure.

Origine Storica: L’origine storica di Grottammare è stata a lungo oggetto di discussione e le ipotesi più attendibili sulla sua nascita sono principalmente due. La prima è che il centro abitato si fondi sui resti del tempio di una dea pagana, la Dea Cupra, rinvenuti dove ora si erge la chiesa di San Martino. Inoltre altri interessanti reperti archeologici provenienti dalla stessa zona confermano che in questo luogo una lega di Etruschi ed Umbri aveva edificato un sacello (recinto sacro) risalente al IX secolo a.C.

L’altra ipotesi sull’origine di Grottammare si collega alla presenza di alcuni ruderi di un antico villaggio che, con il nome di Pater-Janus, sarebbe stato edificato lungo l’antichissima strada che in tempi preromani conduceva a Fermo, sull’attuale colle delle Quaglie. Il borgo medievale appare per la prima volta all’inizio del X secolo con il nome Grocte o Grupte e, più tardi, Cripte o Grupte a mare. Nel dicembre 1521, nel luogo dove sorge la Chiesa di Santa Lucia, nacque Felice Peretti, passato alla storia come papa Sisto V, a cui Grottammare è fortemente legata grazie ai benefici ed alla notorietà apportate dal papa alla cittadina. Arrivando alla storia più recente, agli inizi del Novecento vennero costruiti molti villini liberty, sul litorale, da parte delle famiglie di ricchi villeggianti che qui soggiornavano in estate; la città fu in seguito abbellita con un bellissimo viale di palme e di oleandri che fanno da cornice all’azzurro del mare ed alla bianca spiaggia sabbiosa.

By |2015-05-06T10:42:01+00:00Maggio 6th, 2015|Itinerari Turistici|
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Impostazioni Accetto

Privacy Control

AGGIORNA / MODIFICA IL CONSENSO SUI COOKIE