Monte San Bartolo e il Parco Naturale

Nella regione Marche ci sono ben quattro riserve naturali ed una di queste è il Parco Naturale Regionale di Monte San Bartolo. Costituito nel 1994, il Parco comprende un territorio piuttosto vasto, di circa 1600 ettari, nella provincia di Pesaro Urbino e si estende sulla zona costiera compresa tra Pesaro e Gabicce Mare. In questa dorsale collinare, in cui si trova il Monte San Bartolo alto 197 m, si trovano anche il Monte Castellaro, il Monte Brisighella e il Monte Trebbio. La particolarità del luogo è che il Monte San Bartolo e i dintorni sono composti da due tipi di territori distinti: la falesia sul versante del mare e il versante rurale interno, molto diversi tra loro; mentre la falesia è costituita principalmente da strette spiagge di ciottoli (come il cogolo di forma tondeggiante e di color giallo oro, tipico di queste spiagge usato in passato per la pavimentazione delle città circostanti) ed un succedersi di speroni e valli intervallate da pareti a strapiombo, il paesaggio rurale degrada dolcemente verso la Statale Adriatica ed è un territorio ricco di coltivazioni.

San Bartolo

Uno scorcio del Monte San Bartolo in provincia di Pesaro Urbino

Monte San Bartolo: cenni storici e itinerari

Il promontorio conserva numerose testimonianze di civiltà passate; ad esempio, all’interno del Parco del Monte San Bartolo, si trova l’area archeologica di Colombarone dove è stata rinvenuta una villa tardo imperiale databile tra il III e il VI secolo d.C. su cui poggia la basilica paleocristiana di San Cristoforo ad Aquilam, sede dello storico incontro nel 743 tra papa Zaccaria e l’esarca Eutiche.

Inoltre, già prima dell’anno 1000, i nobili, gli artigiani e i contadini popolarono il colle e costruirono castelli e ville storiche di cui è possibile apprezzare la bellezza. Nelle vicinanze potrete visitare i paesini di Gabicce Monte e Santa Marina Alta, notevoli dal punto di vista paesaggistico perché situati su promontori a picco sul mare oppure Fiorenzuola di Focara e la Rocca di Gradara che, insieme a Granarola e Casteldimezzo, possiedono quattro bellissimi castelli edificati tra il X ed il XIII secolo.

All’interno del Parco di Monte San Bartolo esiste una fitta rete di sentieri rinnovata di recente che comprende una serie di percorsi di varia difficoltà che permettono di scoprire punti strategici da cui osservare il panorama sul mare. Tra i numerosi sentieri percorribili c’è il Sentiero San Bartolo o sentiero 151 che è il più lungo del comprensorio (circa 20 Km) e con il suo percorso copre il parco in tutta la sua estensione, da Pesaro a Gabicce Mare. Un altro sentiero, stavolta il più corto presente nel Parco (circa 600 m), è il Sentiero Natura, un breve percorso che parte dalla sede del Parco e raggiunge il Cimitero Ebraico che, istituito alla fine del XVII secolo e posto alle pendici del Monte San Bartolo, è un’antica testimonianza della presenza di un nucleo ebraico piuttosto fiorente e numeroso nella città di Pesaro che contribuì a costruire l’identità culturale ed economica locale.

By |2015-07-03T11:04:30+00:00Luglio 3rd, 2015|Itinerari Turistici|
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Impostazioni Accetto

Privacy Control

AGGIORNA / MODIFICA IL CONSENSO SUI COOKIE