Per i prodotti DOP delle Marche, o più in generale, per prodotti di Denominazione di Origine Protetta, si intende il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese e la cui qualità o le cui caratteristiche siano dovute essenzialmente o esclusivamente all’ambiente geografico e la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengano nell’area geografica delimitata.

La procedura per l’assegnazione di un simile riconoscimento  è lunga ed accompagnata da una serie di documenti e certificazioni che garantiscono la qualità del prodotto insieme ad altre caratteristiche importanti.  Va presentata al Ministero – Direzione Generale per la qualità dei prodotti agroalimentari – Ufficio QPA III ed all’Assessorato alle Risorse Agroalimentari – Ufficio Associazionismo e Cooperazione Agricola e può avere carattere sia transitorio (per quei prodotti considerati protetti solo per un dato periodo) che definitivo.

Ma qual sono i prodotti DOP delle Marche? Scopriamoli insieme

I primi fra i prodotti DOP delle Marche sono i salumi:

i salamini Italiani alla Cacciatora  e il Prosciutto di Carpegna.

Originariamente prodotti nelle fasce collinari lombarde, i salamini Italiani alla Cacciatora si diffusero poi nel resto d’Italia. Fra i prodotti DOP delle Marche questi prendono il loro nome dalla consuetudine dei cacciatori di portarli nella propria bisaccia, sia perché facilmente trasportabili sia per la praticità della monoporzione.

prodotti dop delle marche

Prodotti DOP delle Marche. Prosciutto di Carpegna DOP San Leo Photo @www.carpegna.com

Nato fra le colline del Montefeltro, da suini nati e cresciuti esclusivamente in Italia, il Prosciutto di Carpegna si presenta in due varianti: quello di San Leo, particolarmente delicato, e quello detto La Ghianda, più intenso e aromatico. Ottenuto dalla lavorazione di maiali pesanti,  il prosciutto  presenta un suo colore rosato con venature di grasso bianco esterne.

Fra i prodotti DOP delle Marche non poteva mancare l’ Olio Extravergine di Oliva Cartoceto . Nato dalla spremitura di olive coltivate nella zona di produzione di Cartoceto e comuni limitrofi, esso miscela diversi oli monovarietali, conferendo al prodotto un sapore elaborato ed un colore verde che vira al giallo dorato.

Abbiamo poi la Casciotta di Urbino ed il Formaggio di Fossa di Sogliano.  Il primo, prodotto nei primi mesi primaverili, è particolarmente gustoso grazie all’aroma conferito al latte dalle erbette novelle che già a febbraio cominciano a spuntare e di cui gli ovini si nutrono. Il secondo, già parzialmente stagionato al momento della lavorazione di partenza, viene fatto essiccare in antiche fosse a forma di fiasco, scavate nella roccia arenaria per una profondità di circa tre metri e prelevato nei mesi prossimi all’inverno.

Non potevano infine mancare, fra i prodotti DOP delle Marche, con la loro forma ellittica irregolare le Olive Ascolane del Piceno. Un’oliva leggermente allungata ricoperta di panatura croccante e contente ripieno a base di carne, uova, formaggio grattugiato, vino bianco secco, cipolla, carota, sedano e spezie.

By |2015-09-28T12:22:59+00:00Settembre 28th, 2015|Promozioni, Specialità enogastronomiche|
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Impostazioni Accetto

Privacy Control

AGGIORNA / MODIFICA IL CONSENSO SUI COOKIE