La stagione estiva 2020 sembra molto lontana quest’anno. Colpa del Coronavirus e della crisi che ha colpito tutto il settore turistico. Ma nelle marche qualcosa si muove: la Regione ha riaperto le spiagge, anche solo per svolgere i lavori negli stabilimenti balneari. Alla luce dell’ultimo decreto ministeriale datato 10 Aprile  infatti, diverse aziende sono tornate in attività.

 

Cosa significa questo per la stagione estiva 2020?

Si consente l’accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di manutenzione, vigilanza e conservazione”. Questo è il contenuto del decreto e la Regione Marche ha già fatto sapere che tutti i lavori sulle spiagge saranno portati avanti nel rispetto delle disposizioni attualmente in vigore per la sicurezza di tutti.

Ci si prepara alla stagione estiva 2020 quindi, anche se non si sa bene quando potrà partire e quanto tempo ci vorrà prima di tornare a viaggiare e goderci il nostro mare.

Ma nello specifico, questi sono i lavori ammessi dal decreto, che verranno portati avanti laddove ce ne sia bisogno:

– installazioni e allestimenti stagionali necessari per l’apertura degli stabilimenti balneari oltre che di piccoli chioschi già autorizzati, e pertanto senza esecuzione di modifiche o nuove opere, purché le stesse siano svolte all’interno della concessione demaniale marittima senza interferire con spazi pubblici e con l’area di cantiere segnalata e recintata per impedire l’accesso ad estranei;

– la sistemazione delle spiagge con mezzi meccanici con le medesime modalità operative di cui sopra;

– le opere minori di cui al D.P.R. 6 giugno 2001 n ° 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” come di seguito indicate: 

– Attività edilizia libera per piccoli interventi, di cui all’art. 6 del D.P.R. 38/01/2001;
opere edilizie per le quali è sufficiente la CILA, di cui all’art. 6bis del D.P.R. 38012001.

– Prestazioni di servizio di carattere artigianale rese da terzi per interventi di manutenzione a bordo di imbarcazioni da diporto all’ormeggio.

È confermata la piena operatività dei cantieri relativi alla realizzazione di opere pubbliche, finalizzate al ripristino dei danni conseguenti ad eventi alluvionali e, più in generale, alla mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico e alla difesa degli abitati dall’azione del mare”.

 

Ci auguriamo che queste misure servano per prepararci al meglio all’arrivo della stagione estiva 2020. Torneremo alla normalità e torneremo a viaggiare!

Vi ricordiamole nostre offerte ancora attive che non prevedono il versamento di acconti.

Scoprile cliccando qui >> CLICCA QUI.

Di |2020-04-22T09:47:24+00:00Aprile 22nd, 2020|News|
Torna in cima