News

24 Mar

La Turba di Cantiano

Scopriamo insieme le caratteristiche di questo evento

Nel tempo di Pasqua molteplici sono le rievocazioni storiche e folkloristiche che emergono nei borghi, a testimonianza di una cultura che non viene persa con lo scorrere del tempo. Una di queste rievocazioni è quella de la turba di Cantiano, in occasione della Passione di Cristo nella notte del venerdì santo. La Turba di Cantiano  trae le sue origini nel lontano XIII secolo tra le terre di Umbria e Marche, quando la popolazione, stanca di una vita di miseria fra continue guerre e carestie, invocava nelle strade del borgo l’intervento di Dio e della Madonna per ricevere la grazia. La Turba di Cantiano, rappresenta quindi l’unità nella preghiera di tutti gli abitanti del borgo, delle genti riunitesi (la turba appunto) per invocare il perdono divino, per ricevere la pace e la fratellanza.

Data la sua peculiarità, questa manifestazione viene ritenuta tra le più prestigiose Sacre Rappresentazioni d’Europa, dall’ente Europassion, Associazione Europea nata con le scopo di studiare il fenomeno.

La turba di Cantiano ha quindi caratteristica prettamente religiosa e, ad oggi, la manifestazione si svolge tra messe, canti e preghiere, sfilate e tamburi.

 

La Turba di Cantiano: il programma

 

Come ogni anno i cittadini del borgo,così come ogni turista che curioso vuol assistere a questa rappresentazione, si trova coinvolto in prima persona nella manifestazione de la Turba di Cantiano, che ha inizio nelle prime ore del mattino con canti e preghiere che toccano le sette chiese del borgo. Ma la teatralità e la grandezza della manifestazione si scorgono soprattutto nel momento della rivisitazione del processo e condanna di Gesù nella magnifica Piazza Luceoli. La Turba di Cantiano prosegue poi con l’Ascesa al Calvario e la Resurrezione, dove vengono innalzate ed  illuminate le tre croci vuote. Alle ore 23 il coro che invoca il “Te Deum” segna infine il termine della manifestazione offrendo a tutti un forte messaggio di speranza: la resurrezione.

Leave a Reply