News

9 Mag

OSIMO, BORGO MEDIEVALE AI CONFINI CON LE BELLEZZE NATURALI DEL CONERO

 

Osimo, borgo medioevale ai confini con le bellezze naturali del Conero

Osimo è un paese della provincia di Ancona, nelle Marche. La sua particolarità sta nel fatto che il centro storico del paese si divide su due colline affiancate e la più alta ospita il Duomo della città. Osimo si trova nei pressi del Parco del Conero, per cui, a poca distanza dalla costa adriatica, è situato vicino a Portonovo e ai comuni di Sirolo e Numana.

Osimo, cittadina segnata dall guerra greco-gotica.

Osimo: centro storico

Osimo: centro storico

Data l’importanza strategica della posizione in cui sorge, Osimo fu al centro della guerra greco-gotica, guerra in cui l’imperatore romano d’Oriente Giustiniano volle riaffermare la sua presenza imperiale nel mediterraneo occidentale. Nei primi venti anni del Settecento, Osimo passò in mano ai Longobardi, fino alla fine del Settecento quando entra a far parte del nascente Stato della Chiesa. Durante gli anni in cui fece parte dello Stato Pontificio, Osimo si arricchì di palazzi meravigliosi e divenne un fervente centro culturale. Nella battaglia di Castefidardo del 1860, però, gli abitanti di Osimo presero le armi e combatterono per la liberazione e l’indipendenza dell’Italia.

Osimo, patrimonio artistico e militare.

Osimo racchiude in sé un grande patrimonio artistico. Tra i luoghi d’interesse maggiore di Osimo si può ammirare il Duomo di San Leopardo sulla sommità del colle Gòmero in stile romanico-gotico. Semplice all’esterno, all’interno racchiude preziosi tesori come le cripte dei primi martiri, il Cristo in Pietà di Guido Reni e il Crocifisso in legno del XII secolo, probabilmente gnostico poiché in base alla direzione della luce appare un Cristo maschile o un Cristo femminile. Adiacente al Duomo, c’è il Battistero. La Basilica di San Giuseppe da Copertino conserva le spoglie di Giuseppe da Copertino, patrono di Osimo e santo protettore degli studenti. Altre importanti chiese sono la Chiesa di San Marco, la Chiesa di San Filippo e il Santuario della Madonna di Campocavallo. Tra i luoghi di interesse non religiosi c’è il Palazzo Comunale che si affaccia sulla Piazza del Comune. Al suo fianco svetta la Torre civica. Eleganti i palazzi nobiliari, Palazzo Campana fatto edificare dalla nobile famiglia Campana, oggi è sede dell’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente e sede di due musei; il Palazzo Gallo, antico palazzo vescovile oggi sede dell’Unicredit e Fonte Magna, importante fonte di approvvigionamento idrico della città di Osimo e, infine, il Teatro la Nuova Fenice. È interessante anche addentrarsi nel sottosuolo di Osimo, poiché ci sono le Grotte, una serie di gallerie, di cunicoli e ambienti sotterranei scavati a più livelli e uniti fra loro tramite dei pozzi. Tra le architetture militari che è possibile ammirare a Osimo ci sono la Porta San Giacomo, Porta Musone e Porta Vaccaro. Il territorio di Osimo è anche ricchissimo per le ville patrizie e le residenze nobiliari estive.

Leave a Reply